Attestato di rischio per assicurazioni auto, cosa cambia nel 2015

polizza autoAnno di cambiamenti il 2015, nel campo delle assicurazioni auto che vedono drastiche variazioni in ambito di attestato di rischio, quel documento finora obbligatorio per effettuare il passaggio dall’attuale società di assicurazioni verso un’altra compagnia concorrente.

Ma innanzitutto, che cos’è di preciso questo speciale documento e perché veniva richiesto dalla legge sulle polizze? Semplicemente, si tratta di una certificazione dove figurano la classe di merito e i dettagli sugli incidenti che hanno visto coinvolto l’intestatario dell’assicurazione nel corso degli anni passati.

L’anno in corso segna definitivamente l’abbandono dell’attestato di rischio, che fino ad ora portava diversi grattacapi nei confronti degli automobilisti decisi a sottoscrivere l’RCA con una nuova compagnia assicurativa, ai quali spettava il compito di richiedere la documentazione necessaria e presentarla per poter essere in regola con la copertura.

Il sorpasso di quella che ormai è una vecchia legge non più in vigore, tuttavia, non equivale affatto ad uno smarrimento delle tracce lasciate dagli incidenti e alla classe di merito, in quanto a partire dal 2015 questi dettagli saranno accessibili semplicemente da un portale web unificato, un database con i dati degli automobilisti italiani consultabile liberamente dalle compagnie di assicurazione.

D’altronde, come abbiamo già avuto modo di dire nei giorni scorsi, internet ha rivoluzionato il mondo delle assicurazioni auto visto che oggi si stipulano quasi solo polizze rc online con un incredibile risparmio di tempo e soldi da parte dei nostri automobilisti.

Attestato di rischio per assicurazioni auto, cosa cambia nel 2015ultima modifica: 2015-07-06T18:06:03+00:00da fabyseo10
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento